la-tomba-di-tutankhamon-125531

Chi va contro i balneari… affonda

by • 20 marzo, 2018 • Primo Piano, Ultime NotizieComments (0)706

Se uno si mettesse a fare una veloce ricerca, scoprirebbe che nel mondo, e nella storia, esistono le più strane e curiose maledizioni.

C’è la maledizione di Tutankhamon, che colpirebbe tutti quelli che hanno a che fare con la tomba o i reperti del faraone egizio.
C’è la maledizione di Bela Guttmann, storico allenatore del Benfica, che nel 1962, dopo essere stato esonerato, predisse che la squadra non avrebbe più vinto una coppa internazionale “…per almeno cento anni…”.
C’è la maledizione “del bambino”, al secolo “Babe Ruth” uno dei più grandi giocatori della storia del baseball, il quale, nel 1920, saputo di essere stato venduto dalla sua squadra i Boston Red Sox, ai rivali dei New York Yankess, pronosticò un lunghissimo digiuno di vittorie per la squadra di Boston.

Forse si tratta solo di cosiddette “leggende metropolitane”, ma di fatto, ad oggi, sono oltre 20 le persone morte (prematuramente) tra quelle che “profanarono” la tomba del Faraone Tutankhamon; dal 1962 la squadra del Benfica non ha più vinto nessun titolo a livello internazionale, mentre i Boston Red Sox sono riusciti a vincere il titolo solo nel 2004, dopo ben 86 anni.

Ma c’è una maledizione particolare, addirittura macabra, che si rifà al Capo Indiano Tecumseh (“Cometa Fiammeggiante”), il quale lanciò un anatema contro i Presidenti degli USA, a suo dire colpevoli di avergli tolto le loro terre, e che avrebbe colpito ogni 20 anni. Caso volle che, effettivamente, ogni circa 20 anni, per 7 volte, spesso per circostanze violente, un Presidente USA veniva a mancare, spesso assassinato, durante il suo mandato (Harrison, Lincon, Garfiel, McKinley, Harding, Roosevelt, Kennedy).

Sia ben chiaro: NOI BALNEARI NON AUGURIAMO LA MORTE (o la sofferenza) A NESSUNO. Anzi… Noi siamo stati da sempre educati a salvare, aiutare, soccorrere le persone, chiunque esse siano, non solo perché nostro dovere di concessionari, ma proprio perché è nella natura.
Però, se parliamo di politici, soprattutto di quelli che in questi anni si sono interessati del comparto balneare, un piccolo paragone “politico” con il Capo Indiano Tecumseh, viene più che spontaneo.

In questi anni abbiamo visto sedersi al tavolo delle trattative personaggi come Maria Carmela Lanzetta (PD), ministro per gli affari regionali del Governo Letta, per poco meno di un anno, per poi tornarsene mestamente in Calabria e uscire sconfitta anche nelle ultime elezioni del 5 marzo.

C’è stata Francesca Barracciu, sottosegretaria al ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, la quale dovette dimettersi a seguito dell’accusa di peculato su fondi pubblici usati per scopi diversi da quelli previsti, accusa per la quale il 4 dicembre del 2017 è stata condanna a 4 anni di reclusione.

Come dimenticare il trio delle meraviglie formato da Sergio PizzolanteTiziano Arlotti e Sandro Gozi?
I tre paladini delle “evidenze pubbliche”, nonché sommi tutelatori degli interessi degli imprenditori balneari (quali imprenditori, non è dato ancora capirlo), dopo anni di lotta, impegno istituzionale e immani fatiche degne di Ercole, Maciste e Ursus messi assieme, alle ultime elezioni hanno ricevuto una storica bocciatura da parte dei propri elettori, come mai si era vista nella rossa romagna.

Insomma, tutti coloro che nel corso degli anni hanno provato a mandare a casa gli imprenditori turistici balneari, alla fine, a casa, ci sono andati loro. Quasi fosse una vera maledizione.

Adesso l’attenzione si sposta verso il nuovo parlamento e il nuovo governo, il settimo, da quando è iniziata questa storia, e una domanda ci sorge spontanea: ci sarà qualche nuovo “paladino” pro-bolkestein che proverà a togliere le aziende ai loro legittimi proprietari? E che, senza volerlo, potrebbe allungare la lista delle “vittime”(politiche) della maledizione dei Balneari?

Chi lo sa. Sta di fato che, come dice la leggenda, “…contro vento si può andare, ma contro i diritti dei balneari no”.1422436494354 

Plenary session week 29-2014 - Strasbourg - Withdrawal of the maternity leave directive

maxresdefault zcvynplgpuwvefwyasxbajbrpamcwdjbfwcnaxq8bg-il_deputato_pd_tiziano_arlotti

la-tomba-di-tutankhamon-125531

sea-under-blue-sky

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *