battelli2

L’incontro con l’On. Battelli (M5S)

by • 25 gennaio, 2018 • Primo Piano, Ultime NotizieComments (0)842

Avanti a testa alta con uno sguardo verso la nostra storia, continua il lavoro di ITB ITALIA in vista delle prossime elezioni politiche del 4 marzo.

Nel pomeriggio di martedì 23 gennaio, presso gli uffici parlamentari a Montecitorio, si è tenuto un incontro tra una delegazione dell’ITB ITALIA e l’On. del M5S Sergio Battelli, che per conto del MoVimento segue le vicende dei balneari.

L’On. Battelli, come prima cosa ha voluto ascoltare in maniera attenta le posizioni dell’Associazione: è quindi intervenuto il Presidente Ricci il quale ha spiegato la grande preoccupazione in merito alla linea che il M5S porta avanti nei confronti delle imprese balneari. Infatti le dichiarazioni di molti esponenti pentastellati, sia a livello nazionale che locale, secondo cui occorre andare ad evidenze pubbliche già dal 2020 senza specificare alcuna forma di tutela per gli attuali concessionari, preoccupano e allarmano i balneari.

Quindi, dopo un veloce escursus storico-legislativo che ha evidenziato i diritti e le garanzie che erano state date alle imprese balneari italiane, e che sono state tolte in nome dell’Europa (tipo art. 37 del Cod. Nav. e art. 10 legge 88/2001), e che per troppo ha portato a credere che il problema fosse a Bruxelles anziché a Roma, il Presidente Ricci ha illustrato le ormai note proposte dell’ITB ITALIA riguardanti la Sdemanializzazione delle aree ormai urbanizzate dalle nostre imprese, o in sub-ordine un Diritto di Superficie con possibilità di riscatto per gli attuali concessionari, che l’ITB ITALIA sta portando avanti da anni. Insomma la possibilità per le attuali imprese di acquisire un “titolo certo” che gli permetta la continuità aziendale.

A questo punto è intervenuto l’On. Battelli, il quale dopo aver ribadito in maniera cordiale quelli che sono i capisaldi e le linee guida del M5S in materia di demanio, ovvero un periodo di tempo determinato per le concessioni balneari, la necessità di far ripartire gli investimenti, la tutela e la massima valorizzazione del patrimonio pubblico e l’inammissibilità di trattare le spiagge come fossero un bene privato, ha illustrato la proposta ufficiale del MoVimento che consiste in:

  • un periodo transitorio di max 10/15 anni per gli attuali concessionari da valutare in base agli investimenti ancora non-ammortizzati;
  • un indennizzo per i concessionari uscenti che sia indirettamente a carico del subentrante;
  • delle “procedure di selezione” (non si parla di “aste” o “evidenze”) da svolgersi in base a punteggi che valorizzino la professionalità acquisita e le capacità professionali, e che tengano conto degli investimenti, della sostenibilità ambientale, sociale e dell’offerta migliore per gli usufruitori.

Ne è seguito quindi un interessante scambio di opinioni tra la delegazione dell’ITB ITALIA e l’On. Battelli, sia sui punti proposti dal MoVimento 5 Stelle, che sulle risoluzioni presenti sui documenti ITB ITALIA, consegnati anche in questa occasione.
Il Presidente Ricci ha ribadito che “…siamo arrivati al punto di non poterci più fidare di nessuno, visto che troppe volte siamo stati presi in giro dalla politica; noi rivendichiamo un titolo certo, duraturo e per sempre.
Per questo motivo invito l’onorevole a valutare attentamente le conseguenze economico-sociali e politiche a cui porterebbe la sua proposta 5Stelle, un progetto che ricorda molto altre vecchie proposte, tipo la “Bozza Fitto”, la “Bozza Gnudi” (da noi duramente contestate) fino ad arrivare a quanto da sempre sostenuto (magari con parole diverse) dai vari esponenti del Partito Democratico, tipo Gozi, Calenda, Arlotti, eBarracciu”.

A questo punto è intervenuto anche il Direttore dell’ITB ITALIA Stefano Giammarini, il quale ha fatto notare le varie incongruenze della proposta grillina, sia dal punto di vista tecnico (ad esempio il fatto che l’Europa ha sempre ribadito l’impossibilità di favorire o valorizzare in qualsiasi maniera gli attuali concessionari, oppure l’impossibilità di far gravare sul subentrante l’indennizzo per il concessionario uscente), che politico, come ad esempio il piano portato avanti dalla Amministrazione Raggi che prevede 8 maxi concessioni sul litorale di Ostia che sembrano pensate più a favore di grandi gruppi imprenditoriali che di piccole e medie imprese a conduzione familiare, che il Movimento da sempre dice di voler difendere.

Non sono mancate poi altre critiche da parte degli altri membri della delegazione ITB, composta da Gaetano Napoli, Domenico Vagnoni, Claudia Campi, Bernardo DiEmidio e Serafino Novelli, i quali hanno affrontato altri aspetti come ad esempio i problemi dei pertinenziali, il pericolo delle infiltrazioni malavitose, le diverse peculiarità regionali delle imprese balneari e la paura di perdere tutti gli investimenti economici e umani che intere famiglie hanno fatto sulle loro imprese che, oltre a valorizzare il turismo balneare, hanno contribuito allo sviluppo di intere economie cittadine basate appunto sul turismo.

In particolare poi è stato ribadito che vogliamo difendere il lavoro balneare e allo steso tempo evitare la speculazione sulle nostre spiagge e sul nostro turismo; un turismo sano, più vicino alla gente, alle famiglie, ai giovani, agli sportivi, all’ambiente e più distante dalle speculazioni immobiliari e bancarie; un turismo a Km0 legato alle realtà locali, che possano fare sinergia tra mare e terra.
Non possiamo permettere che 4 banchieri, politicanti e affaristi ci impongano la svendita del nostro patrimonio, del nostro lavoro, del nostro futuro.

Dopo oltre due ore l’incontro si è concluso con l’On. Battelli che si è impegnato a studiare la questione e a rimanere in contatto per ulteriori sviluppi e con il Presidente Ricci che ha ricordato che “…comunque vada i nostri avvocati, allertati già da tempo, sono pronti per rivendicare i nostri diritti, il nostro lavoro, le nostre imprese, e se non ci penserà la politica, ci penseremo da soli”.

Per gli ulteriori dettagli e aggiornamenti, l’appuntamento è per il 9 febbraio a Ravenna all’incontro organizzato da Mondobalneare, oppure per il 25 febbraio, alla Fiera Balnearia dove tireremo le conclusioni.

battelli227023643_1620385468028823_1501410187679334557_o26903749_1620353041365399_4156888921786424933_n 26904698_1620353138032056_7964345633775424482_n

 

 

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *