22406191_1523299521070752_4555748161892858170_n

In direzione ostinata e contraria

by • 17 ottobre, 2017 • Fiere ed Eventi, No alle aste, Primo PianoComments (0)456

È una ITB ITALIA ancora più determinata quella che al termine della Fiera SUN 2017 si trova ancora una volta a dover affrontare questo autunno caldo durante il quale il DDL “Ammazzabalneari” approderà nell’aula di Montecitorio.

“Ancora una volta abbiamo assistito al solito balletto sul cadavere dei balneari” dichiara il Presidente ITB ITALIA Giuseppe Ricci; “Arlotti e Pizzolante sono venuti a Rimini a cantare la messa a 28.000 imprese balneari; e quel che peggio è che ci sono ancora tanti, troppi nostri colleghi che li applaudono e che credono alle favole delle premialità, dei paletti, dei legittimi affidamenti e del tranquilli-non-c’è-problema”.

Nel corso dei tre giorni della fiera, c’è stato un gran via-vai presso lo stand dell’associazione: tanti balneari, liberi e non-allineati, si sono fermati per chiedere informazioni e per esprimerci tutta la loro preoccupazione per la situazione e per le notizie confuse e contraddittorie con le quali hanno a che fare.

“Se il governo Italiano dovesse permettere che tante imprese spariscano e che tante famiglie si ritrovino in mezzo alla strada, allora sarà complice di un vero e proprio crimine”“ci dovrà pensare la magistratura”, “siamo pronti a sparare se ci tolgono lo stabilimento”, “c’è bisogno di qualcuno che salvi, ora e subito, le nostre imprese, non dopo, quando potrebbe essere troppo tardi” sono solo alcune delle frasi che abbiamo sentito dai colleghi operatori che hanno voluto condividere con noi le loro ansie e preoccupazioni.

Nel pomeriggio di Venerdì 13, è intervenuto l’On. Ignazio Abrignani (ALA) VicePresidente della X Commissione alla Camera e Presidente dell?osservatorio Parlamentare sul Turismo, il quale si è sottoposto volentieri alla fila di domande precise e serrate da parte del pubblico composto da Imprenditori Balneari:

“Io continuo a insistere sulla strategia della sdemanializzazione o del diritto di superficie con diritto di riscatto, per salvare le imprese balneari, che è l’unica soluzione concreta anche per sostenere il rilancio di un settore che rappresenta il 50% dell’economia turistica italiana” ha detto Abrignani, aggiungendo anche nutre “seri dubbi sul fatto che questo DDL possa essere approvato in tempi utili anche al Senato, prima che questo venga sciolto per la fine della legislatura. E comunque in caso di votazione alla camera, dove lui è presente, il suo voto sarà sicuramente contrario al DDL” una dichiarazione che è stata accolta positivamente dal Direttivo ITB Italia presente a Rimini.

Sabato 14, invece sono stati protagonisti l’Assessore della Regione Liguria Marco Scajola e il Sindaco uscente di Pietrasanta Massimo Mallegni.
Scajola ha spiegato la proposta di proroga trentennale elaborata e portata avanti dalla Regione Liguria, un provvedimento che se anche venisse impugnato dal Governo rappresenterebbe un atto politico importatissimo a favore delle attuali imprese balneari, in quanto finalmente viene loro riconosciuto un valore di “Interesse Nazionale” coma mai è stato fatto prima.

“Una proposta – ha ribattuto il Presidente Ricci – che l’ITB ITALIA sostiene convintamente in quanto vediamo in essa un ottimo punto di partenza per arrivare a quello che è da sempre l’unico e fattibile obiettivo che ci siamo posti, quello del Diritto di Superficie con possibilità di riscatto. Noi lavoriamo affinché le imprese balneari possano finalmente avere un titolo sicuro e certo senza il quale non può esservi certezza dell’investimento”.

Una nota di merito invece per il sindaco uscente di Pietrasanta Massimo Mallegni il quale ha illustrato il lavoro che ha portato avanti nel suo comune: infatti seguendo proprio l’idea prospettata dalla nostra associazione ha avviato l’iter per la sdemanializzazione di una fascia di terreno attualmente adibito a parcheggi ad uso degli stabilimenti:
“così facendo, non solo si recuperano milioni di euro di risorse a favore delle casse comunali, soldi con i quali si potrà risistemare il lungomare di Marina d Pietrasanta, adeguare gli edifici scolastici, costruire nuovi alloggi popolari e aiutare il settore sociale; ma altresì si permette agli operatori balneari di diventare proprietari un pezzo di terreno sul quale insiste la propria attività”.

Una nota positiva è stata poi la presenza e la partecipazione, attraverso un intervento, dello storico presidente dei concessionari di Viareggio Carlo Monti (Bagno Vespucci) e del VicePresidente Nazionale SIB Graziano Giannessi che hanno portato il loro prezioso contributo alla risoluzione dei problemi del nostro settore turistico balneare.

 

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *