17857261_1342034685863904_1999279353_n

Siamo al punto di non ritorno, per incapacità e incompetenza.

by • 10 aprile, 2017 • No alle aste, Primo PianoComments (0)434

Carissimi Colleghi,
siamo ormai arrivati ad un punto di non ritorno.
Il Governo sta decidendo sul destino delle nostre imprese.
Per questo vi chiedo di mobilitarvi affinché queste 28.000 imprese balneari rimangano ai loro legittimi proprietari, cioè noi.

Sicuri di essere coerenti con quanto già disposto per legge, possiamo affermare con certezza che, “DAL PUNTO DI VISTA LEGALE E SENZA OMBRA DI DUBBIO, SULLE AREE DI COSTA CHE SONO STATE URBANIZZATE DALLE NOSTRE IMPRESE, E’ ORMAI VENUTA MENO LA LORO DESTINAZIONE AD USO PUBBLICO”.
Infatti “A FRONTE DEL RINNOVO AUTOMATICO DEL DIRITTO ESCLUSIVO DI SUPERFICIE, CHE CI E’ STATO A SUO TEMPO CONCESSO PER REALIZZARE LE NOSTRE STRUTTURE, E’ MATURATO UN DIRITTO DI RISCATTO DEL DIRITTO DI SUPERFICIE STESSO”.

Per questo vi rinnoviamo l’invito a leggere con attenzione, e condividere quanto più possibile, il nostro documento tecnico “Limpida”, elaborato con i nostri esperti, avvocati, tecnici, e sindacalisti di lungo corso.

17857261_1342034685863904_1999279353_n

PS: Come si può leggere in questo articolo datato 2009, nulla è cambiato, mentre NOI siamo rimasti coerenti:

https://www.rivieraoggi.it/2009/12/05/83620/concessioni-demaniali-itb-contro-confcommercio-e-confesercenti/

Pin It

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *